Cos’è l’incontinenza urinaria?

Non preoccuparti se non sai la risposta – siamo qui per questo! Molta gente non sa di cosa si tratta. La definizione corretta è la perdita involontaria di urina o la necessità di doversi recare in bagno talmente spesso da pregiudicare la propria giornata.

In sostanza, l’incontinenza urinaria (IU) è l’involontaria perdita di urina in un luogo inadeguato e/o in un momento inopportuno. Ricorda sempre: l’incontinenza non fa parte del normale invecchiamento, è un disturbo curabile e non lo devi risolvere da te.

Quali sono le cause?

Esistono tante possibili cause per l’incontinenza urinaria, la debolezza vescicale o i disturbi della vescica, tra cui:

L’incontinenza non è causata:

L’incontinenza può essere causata da qualcosa di semplice come un eccessivo consumo di liquidi, così come da qualcosa di più complicato come un problema delle vie urinarie o degli organi genitali. Per capire meglio le basi scientifiche, dai uno sguardo alla sezione “Funzione vescicale normale” e “Funzione intestinale normale”.

Quali sono i sintomi?

Puoi trovare maggiori informazioni sui sintomi dell’incontinenza urinaria qui. Ad ogni modo, in linea generale, i segni clinici sono i seguenti:

Quali sono le diverse tipologie?

La tipologia di incontinenza urinaria dipende dalla modalità e dalla frequenza delle perdite involontarie. Guarda se ti riconosci una delle situazioni descritte:

  1. Ti capita, a volte, di perdere dell’urina involontariamente quando svolgi attività fisica, tossisci, starnutisci, sollevi un oggetto pesante o ti pieghi in avanti?
    È probabile che la tua sia incontinenza da sforzo. Si verifica durante lo svolgimento di certe attività che pongono un’eccessiva pressione sulla vescica.
    È più frequente nelle persone di sesso femminile, ma possono svilupparla anche i maschi in seguito a un intervento di chirurgia prostatica.
  1. Ti capita di sentire uno stimolo urgente e impellente a urinare? Hai l’impressione di avere solo pochi secondi prima che ti scappi?
    In questo caso, potresti soffrire di vescica iperattiva (OAB), incontinenza da urgenza, o anche entrambe.
    La vescica iperattiva si manifesta come un impellente bisogno di urinare. Quando questa si accompagna a un’effettiva incontinenza da urgenza, significa che difficilmente riesci a raggiungere il bagno senza avere perdite di urina nel tragitto.
  1. Hai risposto “sì” a entrambe le domande precedenti?
    Allora è probabile che tu soffra di incontinenza mista, ovvero l’insieme di incontinenza da sforzo e da urgenza.
  1. Hai un disturbo neurologico in stadio avanzato, come l’Alzheimer, il Parkinson o la sclerosi multipla (SM)?
    Allora è probabile che la tua sia incontinenza funzionale. Questa tipologia è più comune tra i pazienti anziani, le cui patologie pregresse non consentono loro di raggiungere i servizi igienici in tempo.
  1. Soffri di una malattia metabolica come ad esempio il diabete?
    Il tipo di incontinenza di cui soffri dipende, probabilmente, dallo stadio della tua malattia. Allo stadio precoce, potresti accusare incontinenza da urgenza o da sforzo, che potrebbe poi evolvere in incontinenza funzionale con il passare del tempo.
  1. Noti un continuo gocciolamento o un’espulsione di urina minima a ogni minzione?
    In questo caso è probabile che soffra di incontinenza da rigurgito. Questa tipologia si verifica quando la vescica è troppo piena, spesso a causa di uno svuotamento incompleto durante la minzione. Potresti non sentire uno stimolo urgente a urinare.
  1. Ti capita di bagnare il letto durante la notte?
    Il termine medico con cui ci si riferisce a questo evento è enuresi notturna e può verificarsi in adulti e bambini ormai abituati all’utilizzo del bagno.
  1. Al di là dell’incontinenza urinaria, hai anche la sensazione di aver perso il controllo della funzione intestinale?
    Se così fosse, il tuo problema potrebbe essere l’incontinenza doppia, ovvero l’insieme di incontinenza urinaria e fecale. Puoi trovare maggiori informazioni sull’incontinenza intestinale (fecale) qui.

Quali sono le impressioni delle altre persone con il mio stesso problema?

Conoscere le esperienze di altre persone nella tua stessa situazione è uno dei modi più efficaci per sentirsi supportati in questo percorso. Sia che tu soffra di incontinenza in prima persona, o che ti occupi di qualcuno che ne soffre, sappi che sono molte le persone con i tuoi stessi dubbi e le tue stesse preoccupazioni. Di seguito puoi trovare gli articoli del blog con alcune testimonianze su una vasta gamma di problemi legati all’incontinenza urinaria:

Se hai trovato utili questi articoli, dai uno sguardo alle video-testimonianze nella sezione “Ulteriori risorse”.

Bibliografia

Lee SH, Cho ST, Na HR, Ko SB, Park MH. Urinary incontinence in patients with Alzheimer’s disease: relationship between symptom status and urodynamic diagnoses. Int J Urol. 2014;21(7):683-687.

Bladder Dysfunction in Parkinson’s Disease [Internet]. 2017 [citato il 29 luglio 2020]. Disponibile alla pagina web: https://parkinsonfoundation.org/wp-content/uploads/2017/04/Bladder_DysfunctionPD-RandyStephenson.pdf.

Functional Incontinence [Internet]. 2019 [citato il 29 luglio 2020]. Disponibile alla pagina web: https://www.webmd.com/urinary-incontinence-oab/functional-incontinence.

The Source [Internet]. 2018 [citato il 29 luglio 2020]. Disponibile alla pagina web: https://www.canadiancontinence.ca/pdfs/Source-2018/The-Source-2018-English.pdf.